I musicanti a Betlemme

Artigiani e lavoratori a Betlemme
Dicembre 17, 2022
Progressi sulla fusione nucleare: un risultato più politico che scientifico
Dicembre 18, 2022
Costruiamo il presepio. Oggi.
I personaggi del presepio sono molti.
Ci sono anche angeli.
Che suonano.

La nascita, con il suo carattere di gioia, rimanda immediatamente alla musica.

Una musica che può nascere anche attraverso la melodia delle parole; come quelle, bellissime e magiche, nel protovangelo di Giacomo:

E io Giuseppe stavo camminando, ed ecco non camminavo più. Guardai per aria e vidi che l’aria stava come attonita, guardai la volta del cielo e la vidi immobile e gli uccelli del cielo erano fermi. Guardai a terra e vidi posata lì una scodella e degli operai sdraiati intorno, con le mani nella scodella: e quelli che stavano masticando non masticavano più, e quelli che stavano prendendo del cibo non lo prendevano più, e quelli che stavano portandolo alla bocca non lo portavano più, ma i visi di tutti erano rivolti in alto. Ed ecco delle pecore erano condotte al pascolo, e non camminavano ma stavano ferme; e il pastore alzava la mano per percuoterle col bastone, e la sua mano restava per aria. Guardai alla corrente del fiume e vidi che i capretti tenevano il muso appoggiato e non bevevano; … e insomma tutte le cose, in un momento, furono distratte dal loro corso.

Protovangelo [apocrifo] di Giacomo. XVIII, 2[1]


[1] I disegni sono di Fabio Borgogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *